Sex is an experience not a performance….

Quante volte ce lo siamo sentiti dire…. ma cosa significa realmente…..

Con l’introduzione della comunicazione virtuale e i mille siti di incontri dove il sesso è una “ginnastica” come si può pensare che diventi un’esperienza sensoriale profonda?

Perché lo fai? Già bella domanda… perché facciamo sesso senza un minimo di attrazione mentale o fisica? Usiamo il sesso più come passatempo, o come performance di durata (in termini di tempo di erezione) che per la soddisfazione di sé e dell’altro in termini di piacere. Spesso si arriva lì senza nemmeno conoscersi davvero, perdendo tutto quello che è l’erotismo del flirt… vivendolo più come un esigenza fisica (“svuotapalle”, come si dice in gergo, o per mettere al mondo figli) ma tutto il resto? Mi chiedevo: dove diavolo la lasciamo la parte experience?

Nessuno è incatenato ad alcuno stereotipo a riguardo eppure, la cosa migliore che facciamo ultimamente è iscriverci a Tinder… (genio chi l’ha inventato) perché non c’è tempo… si deve fare in fretta, si devono saltare tutti quei passaggi umani per arrivare velocemente al dunque… come se fosse la cosa più importante. Ah già certo mi dimenticavo che si fa così perché se no c’è la possibilità di coinvolgere i sentimenti e per quelli non c’è spazio… a casa ci sono pure la fidanzata/o, moglie, marito, suocera, cane, gatto, canarino e bene bene che vada i figli… ( Eh… che ti immaginavi che su Tinder ci fossero solo Single che vogliono incontrare altri single…??). Sarebbe bello se al partner raccontassimo ogni tanto davvero i nostri desideri, sogni, fantasie erotiche. Che poi mi domandavo ma qualcuno le conosce davvero le proprie fantasie? Magari potersi fermare ad ascoltare la mente e i pensieri legati alla sessualità…. mentre siamo lì sopra o sotto il partner immaginare cosa ci piacerebbe accadesse dentro a quel letto… ? Provare mentre siamo lì a concentrarci su quello che sta accadendo, a essere presenti e lasciare correre la fantasia. Come può il sesso essere un’esperienza se non c’è interesse o coinvolgimento mentale? Condividiamo mai con il nostro partner ciò che succede dentro di noi nell’intimità? Certo spesso parlarne è difficile, si ha paura di essere giudicati o ancora peggio derisi o altro. Le imposizioni della società in cui viviamo sono davvero forti e ci fanno dimenticare chi siamo realmente, costringendoci a essere ciò che si deve e non quello che si è… ma questo è controproducente ovviamente perché ci mozza lasciando “nascosta” quella parte di noi che invece sarebbe fondamentale, per fare del sesso un’esperienza vera e soddisfacente che renda il rapporto con il partner vivo e vero fino in fondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: