#distantimauniti

Vorrei averti qui, ma sei lontano da ore, giorni ormai! Prima che tu partissi abbiamo deciso di comprare un vibratore con il controllo a distanza, ci siamo lanciati su uno di quelli con l’applicazione (queste cose così moderne…).

Giro per casa con quell’idea in testa per cui ovunque tu sia possa controllare il mio piacere… che libidine. Iniziano a presentarsi pensieri e fantasie a riguardo ma per me è la prima volta che affronto una situazione così, quindi temporeggio un po’ e cerco in me il coraggio di scriverti certe cose. Finché eri qui non avevamo bisogno di dirci molto, ci si vedeva ed era abbastanza. Ora però è tutto più difficile, bisogna scoprirsi un po’ di più e con fantasia dribblare gli ostacoli del momento… ora nulla è dato per scontato. Ci dormo su e l’indomani armeggio con il telefono, penso mi farò qualche foto carina da mandarti. Metto un intimo nero, in pizzo, il reggiseno ha due fasce orizzontali separate da una fessura, da dove spuntano i capezzoli. Eccoli lì in bella mostra, pronti per essere succhiati, mordicchiati, strapazzati…. una, due, quattro, dieci foto. I pensieri volano e si fermano su quanto vorrei sentire la tua bocca strizzarne uno, quanto vorrei sentire la tua lingua che scorre umida sulla mia pelle, tesa per la voglia di te. Mi devo fermare per inviarti gli scatti e sentire la tua reazione, nulla di tutto questo era programmato. Ne seleziono alcune e con un “Mordimi, ti prego” premo invio. Mi accorgo di essere bagnata solo grazie a questi pensieri e attendo con un po’ di impazienza la risposta. Per fortuna non tarda ad arrivare: “Sono lì e ti sto leccando quei meravigliosi capezzoli che sporgono, vorrei essere sopra di te per farti sentire la mia erezione che ti lusinga parecchio”. Mi decido e ti invio il link per attivare il mio piacere: “Sono bagnata al solo pensiero”. In un attimo il vibratore si muove, lo metto dentro e mi chiedi: “Sono già dentro di te?” Sì… mentre io mi godo questo momento di assoluto piacere, tu iniziando con una vibrazione lenta e delicata ti muovi dentro di me, poi aumenti l’intensità fino a farmi venire in un orgasmo intenso che mi mancava ormai da giorni. Sei rimasto lì con me non lasciandomi sola. Mi confessi poi che preso dall’eccitazione del momento hai goduto con me, questo mi fa sentire al settimo cielo.

Sono felice come non mai, senza nemmeno sapere esattamente il perché! Chattiamo un po’, con un sorriso spontaneo che ci nasce da dentro, senza farci troppe domande senza giudizi, nudi… io e te. #distantimauniti per colmare ognuno di quei chilometri, quell’assenza che però così si fa sentire molto meno. A domani… A domani! Mi addormento accompagnata ancora da quel sorriso, consapevole di aver abbattuto qualche barriera e immagino già la prossima volta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: