Torta panna e fragole

Quella settimana era stata davvero snervante, ma ormai il weekend era organizzato e si doveva partire. Giusy e Teresa avevano una cara amica da raggiungere per il compleanno: destinazione Catania! L’aereo atterrò in perfetto orario un sabato mattina soleggiato e caldo di fine maggio. Ad attenderle Stefano, il fratello di Concetta, la festeggiata, un ragazzo alto, moro e abbronzato dal lavoro in campagna nel vigneto di famiglia. Subito tra i tre si stabilì una piacevole intesa di sguardi e battute simpatiche, il viaggio in auto per raggiungere la tenuta fu un bel modo per conoscersi. Arrivati a destinazione, un casale di campagna nel quale era stato ricavato un B&B, le ragazze avevano già dimenticato le fatiche del lavoro della settimana appena trascorsa. Concetta aveva previsto un aperitivo di benvenuto a bordo piscina per le amiche, che passate velocemente dalla stanza assegnata, si erano messe comode con costume e ciabatte viste le temperature. Un ottimo bicchiere di vino bianco, qualche fettina di formaggio ed è subito festa. Le ragazze, amiche da anni per via dell’università, non impiegarono molto a terminare la prima bottiglia della giornata. Musica, sole, piscina, risate, vino; il pomeriggio passò in un lampo, ma Stefano le teneva d’occhio e ogni tanto spuntava a regalare sorrisi… Teresa e Giusy erano molto amiche e non avevano mai avuto gli stessi gusti in fatto di ragazzi, ma in questo caso si sentivano stranamente attratte entrambe dallo stesso uomo. Mentre erano in stanza a prepararsi per la cena si confrontarono e decisero che avrebbero lasciato fare al caso, cioè se Stefano ci avesse provato con una piuttosto che con l’altra poco importava, l’uomo avrebbe dovuto scegliere così non ci sarebbe stato alcun conflitto! Per cena altre due coppie si unirono alla festicciola e finalmente arrivò anche Luca, il ragazzo di Concetta. Tutti insieme sotto il portico fronte piscina si gustarono una semplice ma gustosa cena. Stefano prese posto tra Giusy e Teresa, coccolando un po’ l’una, un po’ l’altra. A un tratto Giusy prese il telefono, si alzò con la scusa di andare in bagno e inviò un sms a Teresa : “Ma che sta facendo secondo te? Io sono perplessa…” Teresa le rispose: “Amica mia, secondo me ci vuole entrambe… che dici si può fare? Ricordi quella sera in Spagna, quando Serena e Alex finirono ubriachi nel mio letto e…. ecco potremmo prendere spunto, se ti va…”

Giusy rimase un attimo a pensare, ma in fondo che aveva da perdere? Conosceva il corpo di Teresa e spesso si erano viste nude, avevano dormito nello stesso letto infinite volte, quindi con l’alcol che la inebriava e la giusta dose di piacere per la scoperta rispose “Sì, ci sto, ma lasciamo a lui il controllo”. Teresa guardò il messaggio e sorridendo continuò a sorseggiare il suo vino. La torta di compleanno era un tripudio di morbidissimo pan di spagna, panna e fragole. Il vino ormai aveva sortito i suoi effetti, alzarono il volume della musica e ballarono fino a tarda sera. Rimasero alla fine Concetta e Luca che visto l’orario si ritirarono nella loro parte di casa, mentre Stefano e le ragazze si attivarono per riordinare, tra mille sguardi e sorrisetti. Mentre portavano i resti di quella meravigliosa torta in cucina, Stefano con le mani ne prese due quadrati e ne infilò uno in bocca a Teresa e uno a Giusy. Entrambe trattennero le dita di Stefano in bocca e se le gustarono leccando via tutta la panna. Quel gesto diede il via alla seconda parte della serata. Presero quel poco che restava della torta e una bottiglia di vino, fiondandosi in camera delle ragazze. Giusy e Teresa, sbottonata la camicia di Stefano e raccolta un po’ di panna la spalmarono sul suo petto. Giusy si abbassò e slacciati i pantaloni prese in bocca quel turgido pene, mentre Teresa con agilità si tolse i vestiti restando con un misero tanga e optò per prendere dalla sacca il suo vibratore. Si avvicinò e leccata via la panna dal petto di Stefano scese con Giusy a succhiarglielo. Le loro bocche si sfioravano con in mezzo il membro di Stefano le loro lingue gli si arrotolavano attorno, trascinarono Stefano sul letto che vista la situazione non sapeva più chi scegliere; due donne attraenti sotto di lui… stava impazzendo! Teresa prese il suo vibratore e iniziò a giocarci mentre Stefano infilò le dita dentro Giusy trovandola calda e bagnata. Prese un po’ di torta e la spalmò sulla pancia e sulla figa di entrambe, appoggiò la lingua e leccando con cura tolse la torta prima da una poi dall’altra, erano tutti eccitati e vogliosi, Teresa stava già per venire, quella situazione la intrigava moltissimo. I corpi caldi che si toccano, le mani che sfiorano e accarezzano ovunque, i baci con le lingue di tutti che si intrecciano, la panna e le fragole della torta che addolciscono tutto…. si fermò per un attimo e cambiando posizione lasciò spazio perché Stefano potesse penetrare Giusy. Teresa si mise a gambe aperte con la testa di Giusy appoggiata alla sua coscia, mentre Stefano penetrava con vigore l’amica, aveva a disposizione anche la sua fighetta calda e bagnata da leccare e con il vibratore continuava a masturbarsi. Sotto i possenti movimenti di Stefano Giusy colava di piacere e rumorosamente raggiunse un intenso orgasmo, mentre Teresa si godeva ancora un po’ la lingua travolgente di Stefano che la faceva tremare. Tra i gemiti chiese a Stefano di venirle in bocca, richiesta che lui accolse con grande sorpresa e piacere! Raggiunto l’orgasmo si accasciarono tutti appiccicosi, sorridenti e stanchi. Prima di andare in doccia terminarono la torta e il vino. Buona notte…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: