L’ultima notte dell’anno

Lui era lì, in camera, aveva l’ordine di stare immobile, seduto e aspettare, bendato, a torso nudo l’arrivo di lei… non poteva essere… si sentiva agitato, entusiasta e si un pochetto impaziente perché non sapeva cosa sarebbe accaduto…la mente volava e sentiva il cuore battere più forte. Alcuni rumori, voci da fuori e… Ecco IlContinua a leggere “L’ultima notte dell’anno”

Anima Misstres

La loro intesa era diversa, totale, spregiudicata, improvvisa, certe intese non si hanno con chiunque. Vanno oltre l’attrazione fisica. Così dentro non ci arrivi con i tacchi, ma con l’anima. Lucy era lì, accovacciata nei suoi pensieri, per l’ennesima volta abbandonata dal suo Johnny, senza alcuna spiegazione. Con la morte nel cuore e le lacrimeContinua a leggere “Anima Misstres”

Monache e pescatori

Dopo qualche giorno dall’invio delle lettere d’invito, iniziarono ad arrivare le prime adesioni…. doveva essere speciale quella festa e al monastero c’era fermento! Le suore più avvenenti e intraprendenti si stavano organizzando per rendere indimenticabile quella sera. Ai pescatori era stato chiesto un carico extra di ostriche e crostacei, che Donata e Clara seppero ripagareContinua a leggere “Monache e pescatori”

Agenzia per cuori solitari

Dopo l’ultimo fallimentare appuntamento, Ilaria telefonò a Lorena, con un diavolo per capello. Lei la lasciò sfogare per qualche minuto, poi, appena riuscì a interrompere l’amica, le disse:«Forse, tesoro, devi cambiare il tuo terreno di caccia. Basta social, basta Tinder, lì trovi solo storie da una botta e via». Ilaria non poteva darle torto, iContinua a leggere “Agenzia per cuori solitari”

#distantimauniti3

Sei qui, sei tornato e finalmente possiamo organizzarci per vederci! Dopo più di un anno che ci conosciamo ormai, ho ben chiare le tue esigenze famigliari e i tuoi No… quindi prendo in affitto un monolocale poco distante da casa tua. È settembre, è domenica e non lavoro, possiamo concederci un’improvvisata e, visto che entrambiContinua a leggere “#distantimauniti3”

Martini 🍸

Lei era lì, nuda e bagnata, sul letto ancora sfatto. La finestra aperta lasciava entrare una leggera brezza che le accarezzava la pelle e le dava sollievo. Giada quel giorno aveva ripensato a lungo a Simon, l’uomo che riempiva il vialetto di casa con incredibili quadri coloratissimi, diceva di lasciarli lì per farli asciugare meglio,Continua a leggere “Martini 🍸”

Torta panna e fragole

Quella settimana era stata davvero snervante, ma ormai il weekend era organizzato e si doveva partire. Giusy e Teresa avevano una cara amica da raggiungere per il compleanno: destinazione Catania! L’aereo atterrò in perfetto orario un sabato mattina soleggiato e caldo di fine maggio. Ad attenderle Stefano, il fratello di Concetta, la festeggiata, un ragazzoContinua a leggere “Torta panna e fragole”

Monache e Pescatori

1400. Venezia, Isola di Sant’Angelo della Polvere, convento Benedettino Nella splendida laguna Veneta, a sud, l’isola di Sant’Angelo sembrava un quadretto idilliaco. Sull’isola sorgeva una struttura convenutale molto ben studiata, le due ali del convento sui lati più esposti ai venti, una bellissima scalinata, con un piccolo porticciolo e al centro un grande parco riparatoContinua a leggere “Monache e Pescatori”

La faticosa vita di una slave

Ogni mattina una slave si alza e sa che dovrà affrontare una dura giornata, ricca di marpioni da falciare, pregiudizi contro cui combattere e, fatica più piacevole, desideri del padrone da esaudire. I marpioni da falciare sono molti, soprattutto sui social, ma non devi necessariamente essere una slave per doverti districare tra questi polpi virtualiContinua a leggere “La faticosa vita di una slave”

Sotto i riflettori

Umberto quella sera voleva spingersi oltre… e chiese a Charlotte se voleva rischiare un po’! Lei ci pensò qualche ora e poi gli inviò un messaggio: “Mi fido”. Per tutta risposta ebbe un semplice: “Alle 20 fatti trovare pronta per uscire!” Charlotte, abbastanza intrigata ed entusiasta, finito il lavoro tornò a casa e si preparò.Continua a leggere “Sotto i riflettori”